Evento SerieS - Taikoo Li, Pechino

 

Coniugando la storia con uno slancio verso il presente, celebriamo l’estetica e i valori Valextra con un’esibizione dedicata alle collezioni iconiche e ai prodotti che hanno dato vita all’identità del brand sin dal 1937, anno della sua fondazione. La location scelta per l’evento è Pechino, all’interno della nuova boutique aperta in Taikoo Li Sanlitun, il famoso polo commerciale e culturale della capitale cinese.

 

L'evento segna inoltre il lancio internazionale della nuova SerieS, ispirata a un prodotto leggendario degli anni Sessanta, una borsa originariamente creata per viaggiatori colti e sofisticati. La reinterpretazione del modello Serie S per la collezione Autunno Inverno 2019 è un tributo alla discreta eleganza di Milano e al suo storico legame con il design. Allo stesso tempo s’intreccia con il volto innovativo e moderno della città cinese, dalla quale si lascia ricodificare. L’esibizione crea un forte legame tra Milano e Pechino, tra passato e presente, tra le innovazioni pionieristiche dei fondatori del brand e le future ispirazioni.

 

 

La Serie S originale del 1961 prende spunto dalle tradizionali borse da dottore, caratterizzate da una forma a trapezio asimmetrica, una maniglia decentrata progettata per facilitare il trasporto e un doppio vano interno, per adattarsi sia ai documenti aziendali che al cambio di vestiti. Il 1969 è l’anno di lancio della sua versione femminile, caratterizzata da linee morbide e proporzioni femminili. Con questa edizione contemporanea, rendiamo omaggio all’intraprendenza degli anni '50 e '60 e allo spirito tipicamente milanese.

 

Guardando indietro a otto decenni di eccellenza, i pezzi in mostra dimostrano un impegno per la bellezza, l'innovazione e il lusso, i valori che hanno guidato l'azienda sin dalla sua fondazione da parte di Giovanni Fontana nel 1937. L’iconico negozio in Piazza San Babila 1, nel cuore di Milano, è stato un punto di incontro aristocratico per l'élite della città. La mostra focalizza l’attenzione del visitatore su borse iconiche e piccoli articoli in pelle degli anni '50, '60 e '70. In quegli anni designer, architetti, intellettuali e imprenditori illuminati gravitavano in tutto il Nord Italia, guidando importanti innovazioni che hanno avuto un grande impatto sulla cultura del paese. Durante questo periodo, abbiamo ottenuto la licenza di oltre 100 brevetti e vinto il prestigioso premio di design Compasso D'Oro. È stato anche il momento in cui il cinema italiano ha raggiunto il suo apice di splendore attirando celebrità internazionali attraverso un nuovo stile di vita mondano e glamour. Tra i clienti più noti si annoverano celebrities del calibro di Maria Callas, Sophia Loren, Ava Gardner, Ornella Vanoni, Farah Diba, Ira Von Furstenberg, Silvana Pampanini e molti altri.

È proprio durante questo magico periodo che Valextra ha plasmato le sue collezioni più leggendarie, tanto per gli uomini d'affari in viaggio, quanto per l'eleganza discreta della donna del jet-set milanese. L’esibizione incarna un approccio versatile e originale con display che includono la Bambù Bag (1948), la nostra prima borsa iconica, caratterizzata da una chiusura laterale brevettata in oro e una costruzione armoniosa in acciaio, leggera e flessibile. In mostra anche il Tric Trac (primi anni '50), nata come borsa da uomo e costruita senza telaio, modellata su uno stampo in legno e caratterizzata dall'iconica apertura "pugno" brevettata. Grazie a una nuova reinterpretazione del modello in versione borsa femminile da sera, rimane una delle icone più durature in portfolio.

 

 

L'ambientazione di questa fusione tra passato e presente è offerta dall'ingegnoso design del negozio di Martino Gamper. Il designer italiano, con base a Londra, concepisce uno spazio squisitamente giocoso caratterizzato da mensole sospese color pastello ed elementi di esposizione modulari in diversi materiali come pietra, terrazzo, legno e linoleum. La disposizione geometrica dello spazio gli conferisce un'aura da museo, rendendolo il set ideale per questa raccolta di pezzi di metà secolo. La mostra riunisce una serie di prodotti che incarnano perfettamente gli intramontabili valori milanesi di Valextra, la sua modernità e la sua visione ispirata del futuro; una collezione che racconta una storia di cultura, bellezza, qualità e innovazione.